Cecchini, rafforzare il 'Progetto olio'

"Un grande passo in avanti verso il riconoscimento di 'bene culturale dell'umanità' per l'Unesco". E' stato così definito l'ingresso della "Fascia olivata Assisi-Spoleto" nei Sistemi del Patrimonio agricolo di rilevanza mondiale della Fao. E' il primo territorio italiano infatti ad essere inserito nel programma Giahs (Globally Important Agricultural Heritage Systems). Tra i benefici che si attendono dal riconoscimento - è stato detto in una conferenza stampa - l'incremento del valore economico dell'olio di oliva prodotto lungo la Fascia (9mila ettari per 60 Km), la valorizzazione del territorio, la tutela della biodiversità dell'olivo e la conservazione e il ripristino del paesaggio a rischio "vulnerabilità". "Ora - ha affermato l'assessore regionale Fernanda Cecchini - bisogna portare avanti il lavoro anche attraverso il 'Progetto olio' che la Regione ha messo in campo per definire le strategie e le azioni necessarie per potenziare la produzione dell'olio e salvaguardare il patrimonio olivicolo".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. ANSA
  2. Umbria Domani
  3. Umbria Cronaca
  4. Tuttoggi.info
  5. Primo Piano Notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Monte Santa Maria Tiberina

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...